informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Lavorare in proprio: ecco come fare per iniziare

Commenti disabilitati su Lavorare in proprio: ecco come fare per iniziare Studiare ad Aosta

Lavorare in proprio è diventato un sogno condiviso da tanti. Molti di noi si affacciano al mondo del lavoro e un avvertono il senso di precarietà che può preoccupare. Sono richieste capacità sempre più complesse e una buona dose di creatività e buona volontà. È vero, non ci si può più aggrappare alle certezze di un tempo, ma i tempi moderni consentono una libertà di iniziativa che prima era difficile da raggiungere. Allora, senza lasciarsi prendere dallo sconforto è meglio sviluppare un atteggiamento costruttivo, rimboccarsi le maniche e mettersi d’impegno per crearsi un lavoro da zero. Ecco suggerimenti utili per intraprendere questo percorso, indubbiamente difficile ma molto appagante.

Lavorare in proprio e bene: come iniziare

Chi ha una posizione professionale da dipendente spesso sogna ad occhi aperti la possibilità di sganciarsi e di fare un lavoro autonomo. Un certo grado di indipendenza regala molta soddisfazione, ma porta con se anche un fardello di responsabilità.

Chi pensa che mettersi in proprio equivalga a lavorare meno, con meno stress e conducendo una vita professionale priva di ostacoli, sta sognando ad occhi aperti. Devi sapere fin da subito che inventarsi un lavoro è inizialmente una strada in salita. Non vogliamo spaventare nessuno, ma sappi che all’inizio sarà difficile, forse lavorerai anche di più di quanto sei abituato a lavorare da dipendente.

Ma allora quali sono i vantaggi?

  • sensazione di autonomia
  • libertà di scelta e
  • gestione indipendente del tuo tempo

Tutto ciò è impagabile, soprattutto se conduci una vita piena di altri impegni e passioni al di fuori del contesto lavorativo.

Una voce ti dice che è la cosa giusta da fare. Ascolta chiaramente questa voce e rendi la tua intenzione concreta. La motivazione dev’essere salda e aderente alla realtà. Tutti noi vorremo essere Steve Jobs, ma forse non è possibile. Fai un piano d’azione:

  • concreto
  • fattibile
  • con obiettivi a medio e lungo termine

Fatto?

Inventarsi un lavoro: consigli utili

La crisi ha lasciato emergere nuove idee di lavori creativi. Se ti chiedi quale attività aprire oggi per guadagnare bene ed essere soddisfatto sappi che le risposte sono tante e diverse, a seconda delle tue propensioni. Ma qui vogliamo darti qualche indicazione su come iniziare a crearsi un lavoro da zero senza fallire.

  • Non lasciare (subito) un lavoro da dipendente
  • Evita gli eccessi di entusiasmo
  • Sii determinato
  • Pianifica il tuo tempo
  • Sviluppa idee creative

come avviare un business

Forse il primo consiglio di sembrerà in controtendenza con quanto ti hanno già consigliato. Ma secondo noi è troppo rischioso avviare un’attività buttandosi totalmente nel vuoto. Se hai già un lavoro tienitelo stretto, magari riduci l’orario se possibile, passa al part time, ma non mollarlo. Se ti devi inventare un lavoro inizialmente trasformalo in un hobby. Se la passione con cui ti ci dedicherai sarà costante, farlo diventare un lavoro sarà un gioco da ragazzi.

Abbi pazienza però, troppo entusiasmo ti può portare a fare le cose di fretta, male e senza valutare bene le conseguenze delle tue azioni. Ci vuole tempo e capacità di superare gli ostacoli.

Le caratteristiche perfette di un lavoro in proprio

Hai mandato curriculum a tutte le aziende del settore in cui ti sei formato. Hai fatto due corsi di laurea ma ancora non hai ricevuto alcuna risposta dai recruiter a cui hai inviato il tuo portfolio. Pure lo stage dopo il master non si è concluso con un’assunzione. Tutti questi elementi ti hanno convito che cercare un lavoro non fa per te, devi crearlo.

Come puoi scoprire se quell’idea tanto geniale che ti balena nella mente può davvero trasformarsi in un lavoro ben retribuito e autonomo? Deve possedere almeno una di queste caratteristiche:

  • Appassionante
  • Sostenibile
  • Nel posto giusto
  • Con le persone giuste
  • Innovativo
  • Sicuro

Se le possiede tutte quante ancora meglio. Per inventarti un lavoro da zero, se ancora non ti è venuta l’idea, siediti e fai una sorta di bilancio di competenze, valuta tutte le tue esperienze lavorative e anche quelle di volontariato, anche i corsi a cui hai dedicato il tempo libero. Sulla base del tuo personale bagaglio cerca di circoscrivere un progetto di lavoro autonomo ragionando su questi tre elementi:

  • Quello che sai fare bene
  • Quello che ti piace fare
  • Quello per cui ti pagano o ti hanno pagato in passato

Ti assicuriamo che questi punti danno ottime indicazioni per trovare la direzione. Attenzione, a volte quello che sai fare bene non è quello che ti piace fare, ma prova a integrare i due aspetti. Ci vuole creatività e ingegno, ma funziona. Inoltre se coincide con lavori retribuiti che hai già fatto avrai un minimo di esperienza con cui fare capolino nel mercato del lavoro con più sicurezza.

Internet offre grandi possibilità per cambiare rotta e lavorare in proprio. Puoi scegliere di seguire un master on line o prendere titoli che ti avvicinino al lavoro dei tuoi sogni, senza spostarti da casa e mollare il lavoro che hai già. Puoi scegliere di creare il tuo progetto professionale direttamente su internet, riducendo tempi e costi di gestione, facendo quello che ami in qualsiasi luogo del mondo. Perché non provare? Segui il tuo istinto, con una dose di ragionevolezza, rifletti sui consigli che ti abbiamo dato e buona fortuna.

 

 

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali