informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Trovare lavoro come rappresentante: ecco cosa fare

Commenti disabilitati su Trovare lavoro come rappresentante: ecco cosa fare Studiare ad Aosta

Hai intenzione di trovare lavoro come rappresentante. Senti di possedere la stoffa del venditore? Molto bene, si tratta senz’altro di una professione stimolante e anche piuttosto remunerative. Le sfide però non mancano, bisogna tirare fuori caparbietà e anche una dose di sana pazienza. In questo articolo ti sveliamo quali sono le giuste mosse per trovare il lavoro che cerchi nel settore delle vendite.

Diventare rappresentante: come si fa?

procacciatore d'affariCome prima cosa è utile fare chiarezza sul termine rappresentante. Spesso sentiamo parlare anche di agente di commercio ed è bene ribadire che non si tratta della stessa cosa. In entrambi i casi i termini indicano professionisti che promuovono le vendite per conto di un’azienda. Ma il rappresentante di commercio può firmare i contratti con il cliente al posto dell’azienda, mentre l’agente no. Il rappresentante ha come incarico l’acquisizione di ordini di acquisto, generalmente in zone geografiche prestabilite.

Possiamo affermare che chiunque può diventare rappresentante o agente di commercio, ma in realtà non è così. In primis perché serve motivazione e capacità, in seconda istanza perché non può svolgere la professione chi:

  • È stato interdetto o inabilitato
  • È sottoposto a misure antimafia
  • È stato condannato per delitti contro l’economia pubblica, l’industria, etc.
  • Ha compiuto delitti di omicidio o rapina, furto, truffa, estorsione

Questo può sembrare abbastanza ovvio, per dovere di precisione lo abbiamo ribadito. La giurisprudenza in materia è chiara, per diventare rappresentante non devi aver avuto problemi con la legge. Mentre per quanto riguarda i requisiti professionali non ci sono delle linee guida rigide, molto dipende dalle dimensioni dell’azienda e dal settore.

Sicuramente viene valorizzata una formazione in ambito commerciale, almeno il conseguimento del diploma a indirizzo commerciale. La laurea rappresenta un livello ulteriore di formazione, pertanto assicura una posizione di maggior rilievo e un guadagno più elevato. Un corso di laurea in economia è un ottimo punto di partenza per il tuo futuro lavoro come venditore.

Diventare rappresentante: incarichi e mandati

Promuovere le vendite di un’azienda e quindi diventare a tutti gli effetti un rappresentante è necessario avere un contratto di agenzia. Il contratto è molto importante perché fissa:

  • Area geografica
  • Limiti
  • Obiettivi

Anche prima abbiamo sottolineato la precisione della giurisprudenza in materia commerciale. Anche in questo caso la legge ha sancito, tramite l’art. 1743, l’obbligo dell’azienda a non avvalersi di più agenti nella stessa zona per lo stesso ramo di attività, allo stesso modo è considerata fuori regolamento l’attività di un agente di commercio sulla stessa zona per diverse aziende dello stesso settore. Il mandato può avere una durata illimitata, come un contratto a tempo indeterminato, ma con la differenza che il lavoro da rappresentante in realtà non è un lavoro subordinato ma rappresenta un’attività imprenditoriale vera e propria. Difatti non vi è una retribuzione fissa né uno stipendio ma un guadagno in percentuale sui fatturati del mandante, ossia le provvigioni.

Se ti sei laureato in economia e stai pensando che ti piacerebbe svolgere un lavoro autonomo, con buone possibilità di guadagno questa è una strada facilmente percorribile, ci sono moltissime richieste per agenti di commercio, le aziende sono sempre alla ricerca. È sicuramente una scuola di vita e un lavoro particolarmente stimolante, i tuoi guadagni dipenderanno dalla tua abilità, dovrai davvero metterti in gioco, ma imparerai tantissimo. Alcune aziende in realtà hanno iniziato a fornire ai propri rappresentanti anche un fisso mensile, per scavalcare la preoccupazioni di alcuni a dover affrontare i primi mesi senza la certezza di un guadagno.

Agenti di commercio e rappresentanti: le differenze

La prima grande differenza è quella che abbiamo ribadito in apertura. Il rappresentante di commercio può concludere i contratti che ha portato a termine per conto dell’impresa. Agenti, rappresentanti e procacciatori sono spesso visti come figure simili, perché tutte stanno all’interno del settore delle vendite, occupandosi di promozione commerciale sono in parte assimilabili.

Forse più spesso avrai sentito parlare spesso di agenti monomandatari, si tratta di una delle definizioni più frequenti per questo genere di mestiere. In Italia si applica questa distinzione:

  • Agenti monomandatari: promuovono esclusivamente un’azienda
  • Agenti plurimandatari: possono promuovere più aziende

Quest’ultima figura è quella che più assomiglia all’imprenditore, mentre il monomandatario è per certi versi assimilabile alla figura di un dipendente. Attenzione, coloro che decidono di intraprendere questa carriera non possono pensare di svolgere altre attività da dipendente, se si iscrivono all’albo e avviano la procedura di apertura della partita IVA. Oltre a questo è necessario richiedere l’autorizzazione alla Camera di Commercio di zona, che si occuperà di verificare il possesso dei requisiti di natura professionale, tecnica e morale, come quelli che abbiamo indicato precedentemente.

Questa professione continua ad affascinarti? Allora è il caso di intraprendere una formazione in grado di darti la giusta preparazione. I nostri corsi di laurea in economia offrono il migliore approccio alla disciplina, grazie a programmi attuali e legati alle esigenze del mercato del lavoro.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali