informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

I 5 suggerimenti su come scrivere la tesi da seguire subito

Commenti disabilitati su I 5 suggerimenti su come scrivere la tesi da seguire subito Studiare ad Aosta

I nostri suggerimenti su come scrivere la tesi saranno chiari, precisi e soprattutto motivanti. Sì, ci vuole una buona dose di motivazione per compiere un’impresa di questo tipo. Ma non è difficile sentirsi desiderosi di portarla a termine. Vuoi mettere come ti sentirai dopo la discussione della tesi? Libero, soddisfatto, euforico. Allora leggi subito l’articolo e tieniti pronto a compiere i primi passi.

Come scrivere la tesi: cinque consigli

come scrivere una tesi compilativaSiamo abituati a fornire consigli agli studenti, loro ce li chiedono, noi amiamo dispensarli. In questo caso ancora di più, perché stiamo per trattare un tema caro a tutti, senza distinzioni di facoltà o corso di laurea. Non è facile sintetizzare una guida alla tesi di laurea, ma ci proviamo.

Abbiamo deciso di condensare cinque consigli, uno per ogni passaggio fondamentale della realizzazione completa di questo processo di crescita formativa. Ecco quali sono:

  • Trova l’idea giusta
  • Prepara in modo ordinato il materiale
  • Scrivi in modo corretto
  • Presenta in modo chiaro
  • Goditi il raggiungimento dell’obiettivo

Ovviamente non ti lasciamo così a brancolare nel buio. Adesso ti spiegheremo passo passo come trasformare questi consigli di scrittura della tesi in un metodo efficace per il raggiungimento dei migliori risultati

1. Come scegliere l’argomento di tesi

Per quanto riguarda il primo consiglio è importante fare una distinzione tra teoria e la pratica. Se hai già individuato l’argomento della tua tesi passa al consiglio successivo. Se ancora non hai idea di quale tipo di tesi svolgere qui trovi pane per i tuoi denti, idee stimolanti per arrivare a capire di cosa vuoi parlare nella tua ricerca.

Molto dipende dal percorso universitario che hai fatto fino ad ora, se hai brillato in alcune materie piuttosto che in altre appuntati quali sono. Riprendi in mano il libretto dei voti e guarda dove hai raggiunto il massimo. Ma non solo, non è il voto a fare la differenza, ma come sei riuscito ad ottenerlo, con quanto piacere (sì, scrivere la tesi può essere anche piacevole), con quanta passione hai studiato per portarlo a casa.

Prima cosa che può essere utile è stilare una lista. E preparati, perché probabilmente non sarà l’unica. Una volta individuati questi ambiti collegali al professore che tiene la cattedra di quelle materia, anche questo è importante. Infatti se non sai quale argomento scegliere puoi sempre rivolgerti al professore. Può capitare che in alcune facoltà siano loro stessi ad indirizzare gli studenti a scrivere tesi su argomenti specifici, in parte prendendo in considerazione le loro attitudini e preferenze, in parte per colmare lacune su temi che necessitano di approfondimento.

Questa è la parte teorica del lavoro. A questo punto hai fatto una scrematura, hai delle indicazioni e puoi fare una lista di titoli papabili. Con questa lista bene a mente puoi passare alla parte pratica:

  • Stampare i moduli d’iscrizione
  • Appuntate i contatti di relatori e altri professori
  • Cerca le biblioteche di riferimento e altri canali informativi
  • Compra quanto più caffè puoi

Avrai molto da fare, ma su, consolati, hai già superato il primo step.

2. L’ordine nella preparazione della tesi

L’università dovrebbe averti fornito un metodo di studio. Non un metodo dettato dal caso, dalla fretta, dall’ansia di dare esami a profusione, ma una tecnica per ottimizzare tempi e rendimento. Scrivere la tesi significa tanto per te, non rischiare di rovinare questo momento per eccesso di confusione e assenza di una strategia. La tua ultima battaglia universitaria sta per avere inizio.

Non importa se si tratta di una tesi triennale o di una tesi magistrale, una delle prime azioni che devi compiere è quella di dividere la tua ricerca in capitoli, un po’ come abbiamo fatto noi per scrivere questo articolo.

Per la tesi triennale è sufficiente una divisione che prevede quattro capitolo, o cinque, più conclusione e introduzione. Come si fa questa distinzione? Solitamente applicando la tecnica del triangolo rovesciato, ossia passando dal tema generale e introduttivo a quello più specifico.

Una volta che avrai fatto questo – puoi farti aiutare anche dal relatore – puoi addentrarti in un altro aspetto fondamentale della realizzazione della tesi di laurea: la raccolta dei materiali.
Ecco come fare:

  • Richiedi una bibliografia al relatore
  • Consulta i cataloghi delle biblioteche (ricordi la lista precedente?!)
  • Chiedete consigli a studenti che scrivono tesi simili
  • Leggi giornali sull’argomento

Questo ti fornirà il bagaglio di nozioni da cui partire, un ottimo corpus di fonti per iniziare a scrivere e avere le idee più chiare.

3. Scrivere la tesi correttamente

Il metodo lo stai imparando, hai superato un altro scalino. Ora devi pianificare. Mentre fino ad ora tutto è rimasto nel mondo delle idee ora è giunto il momento di darsi un ritmo. Il calendario diventerà il tuo migliore amico, insieme a tutte quelle applicazioni per studiare e ai tool che ti consentono di organizzare il tempo di studio, come Google Calendar e simili.

Questi sono, in sintesi, i nostri migliori consigli per superare anche questa fase a testa alta e senza intoppi:

  • Calendarizzare le scadenze
  • Pianificare le mail di revisione
  • Un tempo per scrivere, uno per rileggere

Devi scegliere quanto tempo dedicare alla scrittura, quanto alla rilettura, e collocarlo dentro un planning settimanale e dentro un calendario che ti permetta di avere margini di spazio abbondante per arrivare alla consegna della tesi senza l’acqua alla gola. Puoi farcela.

Per farcela davvero senza rischiare un esaurimento nervoso, dormi, mangia bene e non bere tutto il caffè che ti sei comprato.

4. Presentazione per la tesi di laurea: un’opportunità

scrivere una tesi triennaleLa tesi spesso è contenuta all’interno di un volume, scritto e rilegato. Molto bello, davvero. Ci affascina. Ci piace ricordare come erano belle le nostre con i caratteri dorati, quanto sono belle le tesi di laurea dei nostri studenti, con copertine di diverso tipo, a seconda dei gusti.

Ma ci piace pensare che la tecnologia ha allargato le possibilità. Come? Per esempio consentendo di presentare la tesi di laurea tramite delle diapositive o delle presentazioni in Power Point. Una tesi fatta con Power Point offre come vantaggio la possibilità di proiettare un sunto esaustivo e schematico su un eventuale schermo. I professori potrebbero gradire tantissimo questa possibilità. Sempre che tu abbia dimestichezza con l’informatica. Non devi aver studiato ingegneria, basta davvero smanettare con il pc. Esistono programmi molto intuitivi, in alternativa fatti aiutare da un amico nerd.

Se vuoi optare per il metodo di presentazione della tesi classico, ossia tramite esposizione orale, ricorda di:

  • Preparare il discorso alcuni giorni prima (devi stare nei tempi!)
  • Non imparare a memoria, ma impara a esprimere tutto ciò che sai
  • Registrati e riascoltati

E poi prenditi un tempo per distrarti, per prenderti cura di te, è altrettanto importante.

Festeggiare la tesi di laurea

Appunto, hai bisogno di prenderti cura di te. Hai passato un sacco di tempo a capire come si scrive la tesi di laurea, ti sembrava impossibile. Invece hai combattuto da buon guerriero e adesso sei arrivato alla vittoria, o quasi. Ci sei molto vicino. E allora cosa ti resta da fare?

Concederti un giorno per festeggiare, anche prima della consegna, anche prima della discussione, un tempo che ti permetta di ricaricare le batterie per la manche finale. Ovviamente è sconsigliato darsi a bagordi senza ritegno, altrimenti avrai bisogno di giorni per recuperare e ti metterai nuovamente in una condizione di tensione. Attività blande, un aperitivo, una cena e un bicchiere di vino non sono solo concessi, sono necessari. Sei riuscito a capire come scrivere una tesi senza perdere la voglia di vivere. Bravo.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali