informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Primi piatti pasquali: 5 idee per il tuo pranzo

Commenti disabilitati su Primi piatti pasquali: 5 idee per il tuo pranzo Studiare ad Aosta

La tavola è pronta: i primi piatti pasquali arrivano subito dopo l’antipasto e sono la portata più sostanziosa del pranzo di questo giorno di gesta. In questo periodo dell’anno ci si ritrova in famiglia o con amici intorno alla tavola, come vuole la tradizione. Il cibo è un nucleo intorno al quale si muove la socialità e la sacralità di una festa religiosa che diventa momento di condivisione per tutti. Ecco cosa prevede il menù di pasqua, ti serviamo dieci ricette da proporre ai tuoi ospiti o da suggerire allo chef di casa.

Lasagne con ragù di agnello

dolci tipici di pasquaLa pasta fatta in casa è un’usanza che si tramanda di generazione in generazione, soprattutto in quelle famiglie in cui ancora si sperimenta l’amore per il cibo genuino. Purtroppo la frenesia dell’epoca moderna ha allontanato i giovani dalle tradizioni. Ma non è mai troppo tardi! Il ragù di agnello è un ottimo sugo da aggiungere alle lasagne. Da preparare con un abbondante soffritto e con l’aggiunta dei carciofi, sarà una prelibatezza che tutti apprezzeranno. Una spolverata di parmigiano prima di portarla in tavola e questo primo piatto pasquale sarà perfetto.

Casatiello

Abbiamo osato metterlo tra i primi, anche se assomiglia a tutti gli effetti ad un pane. Ma un pane speciale. In una top ten di ricette per la pasqua deve stare in cima proprio perché è la preparazione più tipico di questo periodo. Viene preparato soprattutto a Napoli, ma in tutto il Sud si sono diffuse diverse varianti. Il casatiello è una torta rustica caratterizzata dalla presenza di uova intere a sporgere dal rustico e da salame e formaggi a conferire quel sapore intenso, perfetto sia caldo che freddo.

 Impanata pasquale ragusana

Un particolare tipo di focaccia che viene riempita diversamente a seconda delle località in cui viene preparata. Il nome pare che sia una derivazione del termine spagnolo “empanadas”. Questa preparazione è tipica di vari momenti dell’anno, ciò che cambia è il ripieno. Nel periodo pasquale è la carne di agnello e di capretto a fare da protagonista, la farcitura di carne viene arricchita con lardo ed erbe aromatiche.

Tiella di riso, patate e cozze

Regione che vai, usanze che trovi. E in Puglia non può mancare il profumo del mare, neanche a Pasqua. Come ricetta pasquale viene proposta questa minestra, in cui i vari ingredienti vengono disposti crudi su un tegame da mettere al forno. Non esistono regole prestabilite e leggi assolute, ognuno ha il suo metodo e probabilmente se chiedete a qualche donna del luogo giurerà di fare la tiella più buona e di avere il suo segreto. Quello che non deve mai mancare solo le patate, in questo caso abbinate al riso e alle cozze, per un piatto tipicamente pugliese.

Fiadoni abruzzesi

È bello festeggiare circondati dai sapori genuini della cucina come una volta. È bello sapere che in Italia esistono così tante proposte di primi piatti tipici pasquali da avere l’imbarazzo della scelta. I fiadoni abruzzesi sono dei ravioli di notevoli dimensioni che vengono cotti al forno e sono ripieni di formaggio tipico di queste parti misto ad altri formaggi come il parmigiano. Hanno un aspetto molto invitante, ma niente a che vedere con il sapore, che supera l’immaginazione. Un esplosione di gusto che ti sazierà di bontà.

Cannelloni con ricotta e spinaci

Formaggio fresco e verdura sono gli ingredienti base del ripieno. Il cannellone non tramonta mai, la sua presenza è sempre motivo di gioia, soprattutto per il contributo sostanzioso a ridurre la fame. Una porzione e già sembra che il pranzo volge al termine. Preparare i cannelloni a Pasqua è un’ottima idea, sono un piatto ricchissimo e apprezzato da grandi e bambini nello stesso modo.

Lasagne con funghi e salsiccia

La primavera porta con sé degli ingredienti davvero speciali: i funghi. L’accoppiata vincente, da abbinare al menù di Pasqua, è con la salsiccia. Un sugo che non è propriamente leggero, ma che calza a pennello per queste festività in cui si celebra l’abbondanza e la fertilità della primavera che sta arrivando. Una besciamella leggera aiuterà a rendere la preparazione più appetitosa, ma non esagerare con il burro, non si tratta di healty food.

Minestra di gallina

In Toscana propongono un piatto leggermente diverso dal solito, una minestra apparentemente leggera. È sostanzialmente un brodo, preparato con carota, cipolla, molto saporito e perfetto come primo proprio perché non esagerando con le quantità prepara lo stomaco al secondo. Se avete parenti in Toscana l’avrete già assaggiato e sarete rimasti soddisfatti, se non vi è mai capitato di mangiarlo potete approfittare di questa pasqua per cucinarlo da voi e proporlo ai vostri commensali.

Tardura emiliana

ricette veloci per pasquaQuesta ricetta tipica di Pasqua viene dall’Emilia Romagna, il termine difatti è una parola dialettale che significa “tritatura”. La preparazione è molto semplice, si tratta di una minestra di brodo di carne a cui viene aggiunto un impasto che si sgretola nel brodo creando appunto una sorta di tritatura gialla di piccole dimensioni. Assolutamente consigliata per rendere il pranzo pasquale genuino ma gustoso.

Crescia pasquale

Con questo nome si definiscono moltissime preparazioni simili che provengono da regioni diverse, in realtà in questo caso vogliamo parlarti di quella marchigiana, che di pochissimo si discosta dalle altre ricette di primi piatti pasquali, come il casatiello ad esempio, in cui gli ingredienti principali sono i formaggi che arricchiscono l’impasto lievitato. Ovviamente la preoccupazione non dev’essere la linea, a Pasqua, come quasi sempre in Italia, si mangia a volontà.

Per cui, buon appetito e non ci pensare.

 

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali