informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Tesi scienza delle finanze: idee e spunti per lo sviluppo

Commenti disabilitati su Tesi scienza delle finanze: idee e spunti per lo sviluppo Studiare ad Aosta

Scrivere una tesi in scienza delle finanze è una grande soddisfazione. Questa disciplina, che rappresenta una branca dell’economia, si occupa in particolar modo di sondare le conseguenze positive e negative delle regole fiscali in ambito economico. Gli argomenti trattati saranno strettamente inerenti all’Economia pubblica, alle formule e modalità decisionali e di gestione dei beni collettivi. Se hai eletto questa materia come quella giusta per la tua tesi di laurea ti consigliamo di leggere questa breve guida per trovare spunti e consigli utili.

Perché scrivere una tesi in scienza delle finanze

esempi tesi di scienza delle finanzeLo studio di questo settore dell’economia, che viene spesso affrontato anche in altre facoltà (ad esempio giurisprudenza) consente agli studenti e ai laureati di sviluppare una buona capacità di analisi e comprensione degli interventi attuati a livello pubblico, soprattutto per quanto riguarda il welfare state, le paghe e i contributi, e la gestione del patrimonio pubblico. Ecco alcuni dei temi che puoi affrontare con una tesi in questo campo dell’economia pubblica:

  • Analisi del bilancio in Italia
  • Approfondimenti sulle leggi finanziarie
  • Distribuzione dell’economia nel resto del mondo
  • Interpretazione e valutazione degli interventi di economia pubblica
  • Analisi degli effetti delle imposte

Come hai visto si tratta di argomenti di grande attualità, che infervorano il dibattito pubblico e anche l’interesse di un’altissima percentuale di cittadini. Per questo un laureato che abbia studiato la disciplina e discusso una tesi su questi temi caldi avrà sicuramente ottime chances per trovare un lavoro nel settore.

Obiettivi, strumenti e fonti per la tesi in finanza

Se durante il corso di laurea ti sei appassionato a questi argomenti è il momento di sfoderare la tua determinazione e il tuo migliore impegno per la stesura della tesi. Forse c’è qualche aspetto in particolare che ha saputo catturare la tua attenzione meglio degli altri, allora hai probabilmente già una traccia per individuare l’argomento della tesi. Se così non fosse hai diverse possibilità:

  • Chiedere consiglio al professore della materia
  • Cercare fonti da cui trarre ispirazione
  • Frequentare convegni e incontri in cui emergono argomenti di interesse

Una volta scelto l’argomento puoi delineare con maggiore chiarezza anche la tipologia di tesi: compilativa o di ricerca. La prima è un’esposizione ragionata su teorie, epoche storiche, temi particolari, senza alcun intervento di critica. Mentre quando scrivi la tesi di ricerca puoi lasciare un margine più ampio per l’esposizione di una tua indagine, condotta con specifiche griglie teoriche e obiettivi d’analisi.

Il metodo di ricerca e le fonti di una tesi in economia, specialmente per quando riguarda la scienza della finanza, non può avvalersi di materiali non autorevoli. Anzi, è d’obbligo studiare e verificare sempre su libri e pubblicazioni che riportano con chiarezza gli autori e le origini di quanto pubblicato. Per ripassare le basi rivolgiti esclusivamente ai manuali più affermati, ad esempio:

  • Scienza delle Finanze di Rosen H.S. e Gayer T.
  • Economia del settore pubblico di Stiglitz J.
  • Elementi di scienza delle finanze di Roberto Artoni
  • Compendio di scienza delle finanze di Annamaria Morlacchi

Il professore che ti farà da relatore ti aiuterà ad individuare una bibliografia specifica del settore e a reperire i documenti a cui attingere per far coincidere con precisione la tua stesura con le fonti connesse all’argomento.

Argomenti di una tesi in economia pubblica e finanza

A volte l’interesse per una materia non è sufficiente a far scattare l’idea geniale per l’argomento di tesi in economia pubblica. Allora in questo caso, per stimolare l’ispirazione, internet può esserci d’aiuto. Non abusare di quanto trovi in rete, verifica sempre la veridicità e l’accuratezza dei contenuti. Ma guarda con attenzione quali sono state le idee di chi ha studiato la materia prima di te, come l’ha declinata e su quali specifici oggetti di ricerca si è concentrato. Fai anche una ricerca di tesi in giurisprudenza, perché anche alcuni studiosi di diritto si sono interfacciati con questo argomento. Per venirti incontro e darti uno sprint maggiore verso la realizzazione del tuo sogno di laurea e la discussione della tua tesi, ecco cinque consigli su eventuali temi da trattare:

  1. Meccanismi economici di entrata dello Stato: i giochi pubblici
  2. Le nuove tassazioni imposte al commercio elettronico
  3. Analisi di determinati comportamenti di evasione
  4. Storia e approfondimento delle imposte regionali
  5. L’incidenza della questione migratoria sulla finanza pubblica

manuali scienza delle finanzeArgomenti di cui sentiamo parlare ogni giorno in televisione, già trattati in diversi volumi ma ancora da esplorare e approfondire. Contributi di valore sono sempre pronti ad essere affrontati con approccio nuovo, questi sono solo alcune tracce da cui prendere il via per captare, anche nella vita di tutti i giorni, dove si concentrano le questioni di finanza pubblica. A differenza di altre branche dell’economia è molto vicina alla vita delle persone, per cui potrai trovare facilmente qualcosa di cui avrai piacere di trattare nella tua tesi.

Le politiche fiscali di un paese, il mondo del lavoro e degli scambi internazionali, questo e molto altro può essere un ottimo argomento di discussione e formazione. Specializzarti in questo senso di darà il vantaggio di possedere abilità di comprensione su questioni rilevanti in molti ambienti lavorativi. Buona fortuna per la tua tesi e in bocca al lupo per il percorso professionale che ti attende.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali